Warning: Creating default object from empty value in /home/customer/www/puericultricemilano.com/public_html/wp-content/themes/sweetcake/framework/ReduxCore/inc/class.redux_filesystem.php on line 29
OVAIO POLICISTICO: UN AIUTO DALLA TAVOLA - Puericultrice Milano

OVAIO POLICISTICO: UN AIUTO DALLA TAVOLA

Sindrome dell’ovaio policistico: regolare il cibo può aiutare.

La sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) viene diagnosticata dal ginecologo in presenza di almeno due delle seguenti caratteristiche:

1) irregolarità ovulatorie e mestruali continue

2) iperandrogenismo (acne, peluria folta o spessa, squilibrio nel rapporto degli ormoni LH/FSH)

3) presenza di cisti o microcisti ovariche.

Le donne obese o in forte sovrappeso spesso (ma non sempre!) riscontrano questa sindrome, che può colpire anche donne normopeso, soprattutto se hanno obesità centrale (grasso a livello dell’addome).

Questa condizione può causare difficoltà di concepimento, aumento del rischio di aborti spontanei e una maggiore inclinazione allo stress e normalmente il ginecologo consiglia l’assunzione della pillola.

Possiamo combatterla anche a tavola? Certo!

L’obiettivo è ridurre il girovita, ovvero il grasso addominale, responsabile dell’insulinoresistenza tipica di questa sindrome.

L’insulinoresistenza è una minore sensibilità delle cellule all’azione dell’ormone insulina (prodotto ogni volta che mangiamo qualcosa) che causa, tra le altre conseguenze, aumento degli zuccheri nel sangue e dei trigliceridi e diminuzione del colesterolo HDL (colesterolo buono), influenzando così il dimagrimento.

La “dieta” ottimale è quella che esclude lo zucchero, i dolci, le farine raffinate e predilige cereali integrali (soprattutto in chicco) e verdure fresche (fonti di fibra) e olio extravergine di oliva uniti ad un alimento proteico ad ogni pasto (carne, pesce, legumi, uova) facendo attenzione a non esagerare nel consumo di latte e derivati.

E la colazione?

Anche questo pasto (che dovrebbe essere il più abbondante della giornata per affrontare con la giusta energia tutti gli impegni quotidiani) dovrebbe comprendere una parte proteica e grassa. Quindi dimentichiamoci della fetta biscottata con la marmellata e cerchiamo delle alternative migliori, come una colazione salata, oppure dei muffin con uova, frutta e farina integrale senza zucchero aggiunto, oppure delle crepes con crema di frutta secca 100% e frutta fresca.

Ultima, ma non meno importante, è l’attività fisica! Questa, oltre a favorire il dimagrimento, aiuta le cellule a migliorare la sensibilità all’insulina.

Articolo a cura della Dott.ssa Theodora Maria Panni – Biologa Nutrizionista.

Category: Salute

Puericultrice

All Rights Reserved Puericultrice Milano - Consulenze a domicilio TEL. +39 339 8477027 o E-MAIL

Privacy Policy