Latte materno: i fabbisogni durante l’allattamento

“Care Mamme,
il vostro bimbo è finalmente arrivato e il vostro corpo è pronto a nutrirlo con un alimento meraviglioso: il latte materno.

 

L’Organizzazione mondiale della Sanità raccomanda l’allattamento esclusivo al seno fino al compimento del sesto mese di vita, ma è importante che questo liquido permanga nella dieta del bambino fino ai 2 anni e oltre, finché mamma e bimbo lo desiderano.

 

I vantaggi derivanti dall’allattamento al seno sono diversi: per il bambino c’è un diminuito rischio di soffrire di infezioni alle basse vie respiratorie, diarrea e vomito, diabete di tipo 2, sindrome metabolica, alcune allergie e asma.
Per la mamma, per ogni anno di allattamento c’è una riduzione del rischio di sviluppare cancro al seno e all’ovaio, minor rischio di depressione post-partum, maggiore facilità a perdere il peso accumulato durante la gravidanza e un legame più profondo con il neonato.
Inoltre, il latte materno è gratuito, si può conservare in frigorifero o addirittura congelarlo. Per mantenere le sue proprietà inalterate basterà scongelarlo in frigorifero e riscaldarlo a bagnomaria, evitando bruschi cambiamenti di temperatura.
I fabbisogni nutrizionali della mamma in allattamento sono di 500 kcal/die in più rispetto alle condizioni fisiologiche durante la durata del puerperio (dal parto alla comparsa del ciclo mestruale) e vanno scalando mano a mano che l’allattamento si riduce.
È necessario un aumento del consumo di proteine (+ 17 g/die) e di acqua (+ 700 ml/die), oltre a vitamine (A, B6, B12, C, E, folati) e minerali (iodio, rame, selenio e zinco). È inoltre consigliata l’integrazione di DHA.
conservare-latte-materno_opt-692x360.jpg
Per sostenere nel migliore dei modi l’organismo durante l’allattamento è consigliabile fare un piccolo spuntino dopo ogni poppata (frutta fresca o secca oppure pane integrale con marmellata) e, soprattutto in estate, valutare la necessità di integrazione di sali minerali. Il consumo di bevande alcoliche è fortemente sconsigliato, mentre è da limitare quello di caffè”.
Post a cura della Dottoressa Theodora Panni Biologa Nutrizionista.

Category: Allattamento

Puericultrice Alhena

All Rights Reserved Puericultrice Milano - Consulenze a domicilio TEL. +39 339 8477027 o E-MAIL

Privacy Policy