La febbre nei bambini: come affrontarla?

La febbre è una delle condizioni più diffuse nei bambini. Cosa fare e come combatterla?

Quante volte nell’arco di un anno, ma anche di un mese, scopriamo che nostro figlio ha la febbre? Tantissime. È infatti una condizione molto diffusa ma è anche il primo motivo che spinge un genitore a chiedere consiglio al pediatra. In genere, però, anche quando è alta non dovremmo spevantarci troppo (A MENO CHE IL BAMBINO NON SIA MOLTO PICCOLO).

Prima di tutto, di cosa parliamo quando parliamo di febbre? Di un naturale meccanismo di difesa dell’organismo contro gli agenti patogeni perché ad alte temperature virus e batteri fanno più fatica a moltiplicarsi. Insomma, è come se con la febbre il nostro corpo creasse un habitat inospitale per i microbi cercando di svegliare il sistema immunitario affinché li combatta e li vinca.

Secondo, da cosa è causata la febbre? Da malattie infettive poco rilevanti, causate quasi sempre da virus. Chiaro che se la febbre continua a lungo e non si individua la causa, è bene fare ulteriori accertamenti.

Terzo, come si misura? Innanzitutto, il bambino non deve essere sudato, accaldato e super coperto e l’ambiente non deve essere eccessivamente caldo. A casa è meglio usare il termometro digitale sotto l’ascella. Sconsigliati i termometri frontali, auricolari e anali. I vecchi termometri a mercurio sono usciti dal mercato perché considerati pericolosi (il mercurio è tossico) e sostituiti da quelli al galinstano che sono ecnomici e affidabili ma richiedono tempi di attesa più lunghi. E sappiamo che misurare la febbre ad un bambino non è una passeggiata.

Quarto, cosa fare? Se il bambino ha meno di un mese di vita va portato il prima possibile al pronto soccorso, mentre tra un mese e un anno – se è in buone condizioni generali – basta programmare una visita in giornata, anche dal pediatra. Se invece è più grande lo si può semplicemente tenere in osservazione a meno che non peggiorino rapidamente le condizioni generali (non vuole alzarsi dal letto, rifiuta il cibo, etc).

Quinto, quali antifebbirli? SE PROPRIO SERVE UN FARMACO, il paracetamolo in gocce o sciroppo è quello più usato (le dosi dipendono dal peso del bambino).

 

Category: Salute

Puericultrice

All Rights Reserved Puericultrice Milano - Consulenze a domicilio TEL. +39 339 8477027 o E-MAIL

Privacy Policy